ottobre 06, 2007

Quando arriva Babbo Natale


Non ho mai ben capito come, ma capito sempre nelle cucine sfigate. Mi manca la qualsiasi e ogni giorno arrivando sul luogo di lavoro cosi' giusto per abbattere lo spirito, mi faccio interiormente l'elenco di tutte le cose di cui assolutamente ho bisogno e di cui senza non posso lavorare. Che so: manca l'abbattitore e senza quello mi sembra di non poter vivere, una roba da non credere come mi manchi l'abbattitore. Non ho il mixer professionale e faccio fatica ad usare quello normale che mi sembra di stare nella cucina della Barbie. Voglio sporzionare prendendo il peso e sottovuotare, ecco la macchina del sottovuoto non ce l'ho. Ed e' fondamentale averla. Tutto cosi'. Giorno dopo giorno e sta cosa e' sfinente. Il desiderio uccide.
Poi arrivo che devo aprire il ristorante, la cucina e' superstrafiga e mi faccio la lista di tutto quello che serve, con i cataloghi in mano mi parte il delirio di onnipotenza e ordino la ogni. Felice. E aspetto che arrivi il pacco dono. Quando arriva succede un casino infinito. Comincio a spacchettare tutto e mi sembra che sia arrivato Babbo Natale.
Ieri sono arrivati i pacchi e sono stata circondata dell'intera brigata che mi si e' affollata attorno e son partita con lo show. Lentamente estraevo gli oggetti dall'involucro, attrezzatura dopo attrezzatura, ed era tutto un ahh, ohh di meraviglia, di stupore. Sono apparsi sguardi di invidia e di concupiscenza. Tutti toccavano tutto, si strappavano di mano il cucchiaio, il mestolo, lo scavino, il coltello, il timer, il termometro. Un inferno.
Ma questa andata sono stata furba. Ho ordinato i doppioni in modo che la meta' dell'attrezzatura potesse andare nella cucina centrale. L'ho detto. E' scoppiato il caos.
Con fierezza impugnavano lo spremiaglio che non hanno mai visto e posseduto, e accennavano a passi di danza quando il mixer da immersione grande e grosso e' andato alla banchettistica. Lo brandivano a mo' di spadone e cantavano e ballavano. Un manicomio felice. Tutti lo volevano e lo desideravano.
Significa in termini di ore lavorative un risparmio enorme e una fatica alleggerita. In cucine come questa, enorme ma ben poco attrezzata, strapiena di persone, mi ricorderanno di sicuro solo perche' ho ordinato il mixer. Fondamentale. E davvero a me la cosa fa solo piacere.
Ecco: quando arriva Babbo Natale la faccia degli umani e' uguale a tutte le latitudini. E' quella roba che ci fa ritornare bambini solo per un secondo, il secondo dell'attesa mentre si sta spacchettando. Quel senso di anticipazione che poi diventa felicita'. Ho anche scoperto che la tecnologia piace a tutti. Non ce n'e'. Piace vedere che una macchina fa quello che un uomo s'annoia a fare. Specie se si sta nelle cucine, dove il lavoro noioso e' sommato mille volte maggiore al lavoro creativo. E quelli che dicono che la cucina e' una roba creativa non hanno mai cucinato per mille persone. Sul serio. Mica per dire.

Etichette:

6 Comments:

Anonymous Maurice said...

Come ti capisco, come ti capisco! Sono contento che sei a buon punto, hai pensato proprio a tutto, anche lo spremiaglio (anche la pinzetta per deliscare ed i coppapasta?).
E se decidi di sfoltire i ranghi, mandami qualche commis di troppo.

12:20 AM  
Blogger restodelmondo said...

Cos'è un coppapasta?

Ma certo che la tecnologia piace, soprattutto a chi sa il valore del fare cose concrete. E le macchine che funzionano sono belle, sono potenti e delicate insieme.

(Come mi piacerebbe poter vedere la tua cucina...)

10:23 AM  
Anonymous ilfedi said...

Buone feste allora! baci

10:45 AM  
Anonymous I Racconti del Frigorifero said...

...ci hai mai pensato che a volte, per capire tutto di una persona, basta guardare nel suo frigorifero?
ti aspetto sul mio frigoblog!
ciao

5:12 PM  
Anonymous Anonimo said...

ma quanto hai ragione... chi pensa che cucinare sia bello, creativo e di grande soddisfazione personale di sicuro non lo fa per mille persone.
e spesso non lo fa proprio.
Barbara

4:20 PM  
Blogger Tatiana said...

Mi ha fatto sorridere, immaginavo la tua frenesia ad aprire i pacchi:))

6:19 PM  

Posta un commento

<< Home