aprile 13, 2007

Sventola bandiera rossa


300 cinesi in rivolta, qui. A Milano. Tra i 300 spartiati e i 300 cinesi corre il filo rosso della continuità?
Non ho ancora capito come il numero 300 sia il numero delle battaglie e delle rivolte.
Ho visto sventolare la bandiera rossa cinese a Milano, nella Chinatown di via Paolo Sarpi. No, dico: la bandiera rossa, quella del Grande Timoniere. E non c'era la manifestazione. C'era la rivolta. Dei cinesi.
Ho pensato: un presagio, questo è il nostro futuro.

Un po' mi stavo per impressionare. Un po' mi stavo per mettere a ridere.
Diciamo: la seconda mi è venuta meglio.

Etichette:

4 Comments:

Blogger Gourmet said...

Ciao LPC, ho visto un filamto ieri sera in Tv molto tardi, erano le 2 o giù di lì.. Non mi capacitavo.. immaginavo fosse uno scherzo.e invece scherzo non era.
Anche io come te non sapevo se ridere o... che cosa fare??!!!
Buon week, un abbraccio.
S

4:22 PM  
Anonymous Maurice said...

Da come ce l'hanno propinata i tg, io simpatizzo per i nipotini di Mao.
Ma è vero che la Moratti ha messo il divieto dei carrellini solo in via Paolo Sarpi?

11:30 PM  
Anonymous Anonimo said...

e' un presagio giusto

6:32 PM  
Anonymous BMV - Pedrita said...

Cuoca: e della cucina cinese chec i dici? :-)

12:56 PM  

Posta un commento

<< Home